POLLAME

Polli, conigli, galline e tacchini sono i migliori amici degli abruzzesi: nella radicata cultura contadina, aie e cortili sono storicamente adibiti all’allevamento di quelli che hanno sempre rappresentato una delle più prestigiose fonti di sostentamento. Alla brace, al forno, in padella, per il brodo o per il sugo; per ogni animale da cortile c’è un utilizzo privilegiato, che spesso trova la sua esaltazione nella cottura al forno o in padella (pollo, coniglio e tacchino), al sugo o al brodo (prevalentemente gallina o pollo). Una preparazione tipica del Teramano è quella del tacchino alla Canzanese, caratterizzato dalla sua gelatina.
Accanto a questa cultura degli animali da cortile si sviluppa, di conseguenza, quella delle uova.

Papera muta

Papera muta

Bianca e nera, con una mascherina rossa intorno agli occhi, la papera o anatra muta (o di Barberia o Muschiata) è l’animale da cortile più quotato in Abruzzo, soprattutto nelle province di Pescara e di Chieti, dove il must è utilizzarla per il sugo e poi per il condimento per la pasta, specialmente le “sagne

Read More