CONSUMO SETTIMANALE

agnello

Agnello d’Abruzzo

È nato nel 2012 il marchio collettivo “Buon Gusto Agnello d’Abruzzo™”, allo scopo di tutelare la produzione di carne d’agnello di alta qualità, rintracciabile e controllata in ogni sua fase, perché certifica gli agnelli nati, allevati e macellati in Abruzzo. Il marchio collettivo è stato istituito dall’Associazione Regionale Allevatori d’Abruzzo, che si occupa istituzionalmente del

Read More

gambero di fiume

Crostacei

Il gambero d’acqua dolce “colonizzava” tutte le regioni continentali e peninsulari d’Italia, ma a partire dalla seconda metà del Novecento ha conosciuto una progressiva riduzione fino a scomparire del tutto, per cause come la diffusione della “peste del gambero” e la distruzione e modificazione del suo habitat naturale. Per questo motivo esiste una consolidata pratica

Read More

fagiolo_tavo

Fagiolo Tondino del Tavo

Il fagiolo tondino del Tavo è classificato come Prodotto Tradizionale d’Abruzzo ed è coltivato in tutta la vallata del Tavo, da Farindola a Cappelle: proprio a Cappelle sul Tavo il Tondino è celebrato con una sagra alla fine di agosto. Con un’associazione di tutela è valorizzato a Loreto, che ha un territorio molto vasto e

Read More

gallinelle

Gallinelle di mare

La gallinella è la specie di triglide più importante per la pesca italiana; viene pescata con reti a strascico e reti da posta; in estate e in autunno si pescano soprattutto le giovani, di circa 200 grammi, che nei mesi invernali raggiungono la loro taglia migliore, 400 grammi. Le gallinelle dell’Adriatico sono leggermente più grosse

Read More

Lenticchie di Santo Stefano di Sessanio

Lenticchie di Santo Stefano di Sessanio

Nei Comuni di Santo Stefano di Sessanio e in alcune aree dei Comuni limitrofi, all’interno del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, vengono coltivate le lenticchie riconosciute presidio Slow Food e note come “lenticchie di Santo Stefano di Sessanio”. Sono piccole pochi millimetri di diametro, globose e di colore marrone-violaceo. Sono molto

Read More

merluzzo

Merluzzo

Nel Mediterraneo, e quindi anche nell’Adriatico, chiamiamo merluzzo quella che in realtà è la sua varietà più piccola e meno pregiata, appartenente al genere “Merluccius”, che si chiama nasello. Ha taglia media (fra 30 e 40 cm), il corpo allungato e testa lunga, con la parte superiore appiattita e, soprattutto, una caratteristica incisione a forma

Read More

miele

Miele de.co di Tornareccio

Il nomadismo degli apicoltori è iniziato da Tornareccio, nel medio Sangro (Ch): l’idea partì dalla famiglia Iacovanelli a ridosso della seconda Guerra mondiale, spostando l’apiario fuori dal Comune per prolungare il periodo di produzione del miele. Le api venivano così accompagnate dai fiori. Questa trovata è stata sviluppata dal dopoguerra in poi. Oggi, su oltre

Read More

Mortadella

Mortadella di Campotosto

Le mortadelle di Campotosto (Aq) sono chiamate anche “coglioni di mulo” perché vengono essiccate appese a coppie, per tre mesi almeno. Vengono lavorate a dicembre con le parti più magre del maiale come spalla e prosciutto, con aggiunta di pancetta, macinate a grana fine e poi profumate con vino, scorza d’arancia e chiodi di garofano.

Read More

Papera muta

Papera muta

Bianca e nera, con una mascherina rossa intorno agli occhi, la papera o anatra muta (o di Barberia o Muschiata) è l’animale da cortile più quotato in Abruzzo, soprattutto nelle province di Pescara e di Chieti, dove il must è utilizzarla per il sugo e poi per il condimento per la pasta, specialmente le “sagne

Read More

suino

Suino

Del maiale non si butta via niente: il consumo contadino inizia dal momento dell’uccisione, con la realizzazione del sanguinaccio, e continua con la trasformazione in prosciutto dei vari tagli, alle costatine per la cottura alla brace e a tutti gli insaccati. Sono tanti gli utilizzi che se ne fanno, a partire dalla testa (guanciale e

Read More